Non scrivo però…

…non scrivo però sto giocando… e tantissimo… Prima vi dico perché non scrivo: ho la tastiera rotta a casa, e l’unico modo per poter scrivere in questo periodo è dal posto di lavoro. Ma sapete, sono un professionista (ilarità a iosa)…

In questo periodo ho ripreso in mano quell’Assassin’s Creed 2 abbandonato l’anno scorso a causa di una PS3 fumante. Ricominciare giochi dove devi raccogliere cose, ascoltare, sfidare, può diventare un po’ stressante e talvolta si potrebbe non videogiocare. Poi Split/Second Velocity e PES 2011. Insomma non male.

Quel pacco Play.com…

…che ti illumina la giornata, a volte basta poco (veramente bastano 20 euri) per illuminarti la giornata.

Ovviamente tutto questo perché ti senti gratificato ad aver preso un gioco per 20 euro dove ancora in giro costa 60, tutto bello ancora impacchettato e infascettato.

Split/Second: Velocity preso, per la serie “sto gioco è carino ma 60 carte non ce li spendo manco morto, ma per 20 si, volentieri”.

E magari vi invito pure a leggere l’ottima recensione su “Un altro stupido blog per videogiocatori”

Wooohoooo!

Quest’oggi vi segnalo un bel video dal nuovissimo Fallout: New Vegas. Guardare con attenzione!

Quel simpaticone di Phil

Phil Spencer, vice presidente dei Microsoft Game Studios, in questi giorni ha dichiarato, attraverso una campagna pubblicitaria, il suo apprezzamento verso il 3DS, poiché per godere dell’effetto 3D non ci sarà bisogno di indossare degli occhialini.

Ovvio, io non ce l’ho con Microsoft. Si, anzi, visto che sul più bello (periodo Call of Duty: World at War e Gears of War 2) mentre giocavo allegramente alla bella Xbox, mi si squaglia con il famoso Red Ring of Death.

E non era neanche mia!

Però detesto ancora di più in generale le campagne (pubblicitarie per giunta) dove per un attimo ci si dimentica di apprezzare le proprie doti per smerdare quelle degli altri, ma per giunta, contestualmente si apprezza una “non proprio diretta” concorrente. Virgoletto “non proprio concorrente” visto che in ogni caso si apprezza la casa produttrice di una home console diretta concorrente, anche se MS e Sony negheranno a vita categoricamente.

Visto l’iniziale approccio con il 3D di Microsoft, con delle dichiarazioni che bocciavano la tecnologia, mi pare assurdo che adesso la si apprezza. Forse perché Sony è riuscita a raggiungere qualcosa che loro non sono riusciti a raggiungere? Forse la 360 non è capace di supportare in qualche modo (A causa dell’Hardware? A causa di un non adeguato supporto ottico? Chi lo sa?). Però mi pare la storia prima dell’HD e del Bluray dopo.

Oltretutto Sony non sta imponendo proprio a nessuno la tecnologia (magari con giochi in esclusiva). La sta trattando esattamente come si dovrebbe trattare: toh, c’è questa cosa in più, se vuoi e te la puoi permettere la usi, altrimenti no.

Gran Ritardo 5

E te pareva! E’ fresca fresca la notiza di Sony Computer Entertainment America che annuncia l’ennesimo ritardo di Gran Turismo 5. E’ anche ufficiale il fatto che il ritardo di GT5 è diventata una barzelletta: al momento Gran Turismo 5 si candida per il più grande vaporware degli ultimi anni, visto che sua maestà vaporware Duke Nukem alla fine vedrà la luce.

Manca solo l’ufficialità della notizia anche da parte di Sony Computer Entertainment Europe, che quasi sicuramente posticiperà l’uscita di GT5 anche nel nostro mercato. Motivazioni? Vogliono rendere il gioco perfetto. E ci mancherebbe! Ormai i fan non sono più disposti ad aspettare e questi ritardi non faranno altro che far calare il voto finale in fase di recensione da parte delle testate giornalistiche del settore, che valuteranno il gioco con un occhio di riguardo (ed anche giustamente). Terranno conto di molti più parametri, è questa la fine che fanno i giochi con un grosso hype sulle spalle: soggetti inevitabilmente a delle delusioni.

Battlefield: Bad Company

Da molto tempo avevo tra le mani sia Battlefield: Bad Company 1, che il 2. E mai molto tempo per giocarci (o voglia).

Ok, ieri ho dato forza alle mia voglia di giocare (dopo moooolto tempo), ho dato forza alle mie aspettative: ci voleva qualcosa di bello per farmi tornare la voglia. Ho tentato, invano, persino con Final Fantasy XIII. Di recuperare Bioshock e Bioshock 2. Ma nulla. Come già scritto in post precedenti, ho acquistato alcuni titoli dall’usato, pur di avere qualche nuovo titolo senza spendere molto denaro.

Ieri ho messo su Battlefield: Bad Company, sapendo che a ruota ci sarebbe stato Battlefield: Bad Company 2, il che mi avrebbe permesso di giocare al seguito senza aspettare molto, rischiando di finire inevitabilmente nel dimenticatoio.

Per fortuna c’è il ragazzo di mia sorella, che mi ingozza di titolozzi che mancano nella mia collezione, che io lascio, ahimè, impolverare. E lui pazientemente me li lascia per mesi e mesi. Lui è molto appassionato e non si fa mancare (quasi) nulla. Un po’ com’ero io circa due annetti fa.

E dunque, mi posa nella mensola dei dischi PS3 sti due Battlefield. A me era piaciuta la demo del primo quando la giocai due anni fa, inoltre sono molto restìo a giocare titoli già vecchi (Bioshock, ad esempio non riesco proprio a giocarlo e quindi recuperarlo, nonostante riconosca che è da 10).

Passate tutte queste barriere, mi sono buttato in questo vortice bellico. Sono rimasto colpito, davvero molto bello, non c’era modo migliore per ricominciare. I suoni sono perfetti, credo che sia uno dei titoli col suono più bello che abbia mai sentito, e questa cosa secondo me non va trascurata, visto il tema del gioco. Spari, esplosioni, sono riprodotti perfettamente. Con quell’effetto eco sorprendente, che ti fa davvero immaginare di essere in uno spazio aperto. Ecco, un’altra caratteristica di BC sono gli spazi aperti. Notevoli. Si gioca tutto in spazi aperti. Non male il plus della distruzione delle case, che ti fa immaginare davvero che in guerra sei sempre un bersaglio, e non sempre puoi nasconderti. In effetti giochiamo da anni a titoli dove se spari con l’RPG ad un casolare abbandonato (addirittura in legno), quest’ultimo rimane in piedi, appena scalfito.

Invece in BC succede questo. Trovi un bel posticino dove nasconderti? Sbam, non c’è più dopo qualche secondo, ovviamente vale anche per i nemici.

La difficoltà è ben bilanciata. Una mitragliata potrebbe ucciderti, se stai troppo scoperto. Il che ti induce a dover pianificare un attimino le fasi in “scoperta”. IA dei nemici così così. Peggio quella dei tuoi compari. Da dimenticare.

Il rapporto di uccisioni tra te e i tuoi compagni sarà di 100 a 3. Davvero. Non sto scherzando. Mi aspetto che questa cosa sia giustificata dalla storia, col progredire della stessa.

Caratterizzazione dei personaggi da segnalare. E’ ottima. Mancano dei titoli, anche pescando dallo stesso genere, dove c’è una buona caratterizzazione dei character: il primo che mi viene in mente è Killzone 2, dove cercano in tutti i modi di caratterizzare i personaggi senza riuscirci molto bene. Ovviamente Call of Duty non fa testo: è inesistente, ma credo più per scelta.

La grafica ancora oggi è molto buona. Il framerate non scala e questa è una gran cosa. Ovviamente non è pompatissimo, però fa il suo dovere.

Che dire, continuerò a giocarci fino in fondo e tenterò di vedere il finale in questi giorni. Ottimo gioco. Direi che se dovessi dare un voto darei… Ehi ma chi sono io per giudicare un gioco?!

Resoconto settimanale

Sabato sono stato al Mediaworld per vedere le nuove uscite e possibilmente pensare a qualche nuovo acquisto.

I titoli che mi sono finiti sotto gli occhi ovviamente sono il nuovo PES (ma devo valutare per bene se l’acquisto è logico o no); DJ Hero a soli 40 euro (ma con la paura di diventare un soprammobile da magazzino); e ovviamente come sempre un interessante PlayStation Move (ma con la paura di diventare un soprammobile a forma di dildo, e non è che l’idea mi alletti tanto).

Una cosa interessante di questo fine settimana è l’aver trovato in esclusiva per gli utenti PlayStation Plus la beta di Assassin’s Creed Brotherhood. Scaricata e in coda per la prova. Probabilmente scriverò le mie impressioni ben presto.

Delusioni della settimana? Enslaved! Ommioddio!